4° Ciallengier del Glub – 9/06/2013

Organizzatore Marco Berardi (Nonnomarco)

 

Cos’è il Ciallengier del glub già lo sapete; vi raccontiamo l’ultima edizione…

Quest’anno il club si è dato al trial!

I nove contendenti si sono cimentati in una cava privata messaci a disposizione dal nostro amico Roberto della Scuderia Romana La Tartaruga sfidandosi fino all’ultima porta.

4 ciallengier (1)Per la preparazione del percorso doverosi ringraziamenti vanno a Dario, che mi ha aiutato ad affondarmi clamorosamente un paio di volte solo per provare il percorso, ed a Erik che pur di non litigare con Veronica per il ritardo accumulato ha spalato argilla come fosse un caterpillar (al posto della benna aveva le mani); ringrazio anche Claudione il cui intervento è stato risolutivo per venir fuori dal delirio in cui ci eravamo cacciati…(più tempestivo dell’ACI). Mi sento anche in dovere di ringraziare il Fiorino della ditta di Dario che ci ha salvato dall’ennesima impantanata stroppandomi più volte…Praticamente la parte più dura di tutto il ciallengier, quella davvero massacrante, è stata la preparazione!

La domenica dedicata alla nostra garetta interna si è svolta, come sempre, all’insegna delle risate e degli sfottò nel più sano spirito che lega tutti noi.

Le prove preparate erano tre:

prova trial

prova trial con varianti

prova di superamento in salita

Prima prova:

La prima prova di trial era formata da un quindicina di porte da oltrepassare, svolta su di un terreno sabbioso ed estremamente cedevole; dove i concorrenti hanno dovuto imparare a dosare l’acceleratore per superare di slancio i twist più ardui o per non affondare nell’infido sabbione. Ovviamente c’è stato chi ha osservato attentamente ogni singolo centimetro del percorso, traendo spunto dallo stile di guida degli altri concorrenti, saggiando con i piedi la pista, analizzando a fondo la sabbia, misurando i dislivelli…(leggi Guglielmo) e chi, invece, nella sua sfiga è stato designato a partire per primo (leggi Benzinaro); che, inconsapevole delle difficoltà che il tracciato gli riservava si è piantato inesorabilmente alla prima porta.

Degna di nota è stata anche la prestazione dell’equipaggio Giuliani-Cairoli che nonostante l’ottimo risultato sono scivolati in fondo alla classifica a causa del maledetto specchietto del Disco di cui Claudio ignorava l’ingombro…

Brave invece le nuove leve, che nonostante le auto di serie o l’inesperienza, hanno fatto del loro meglio ottenendo ottimi punteggi.

Seconda prova:

Anche la seconda prova era di trial, ma si avevano un paio di varianti a scelta, a seconda della preparazione del mezzo e del pilota.

In questa prova è certamente di spicco la prestazione del grande Bomba che si è letteralmente tuffato da una scarpata di due metri, per la gioia del vitara di Dario che accusava “solamente” la rottura del supporto della scatola guida e la piegatura del braccetto della sospensione (Dario inneggiava santi in paradiso). Da sottolineare anche l’impantanamento di Stefano, salvato anche lui dal tempestivo intervento del disco-aci-claudio.

Terza prova:

Attimi di paura nell’ultima prova; sempre a causa dell’auto non propria il buon bomba per creare un po’ di spettacolo si è cimentato in un intraversamento a metà salita con tentativo di distruzione totale del vitara di Dario. Fortunatamente le voci a terra sono riuscite a sventare anche questa ennesima “cappellata” di Bomba.

Alla fine delle prove tutto il club ha intrapreso la prova che di solito gli riesce meglio … Sterminare la porchetta e le varie cibarie che Erik aveva offerto per festeggiare, con larghissimo anticipo, il proprio compleanno.

Al termine del lauto pranzo e belli “imbenzinati” tutti si son cimentati in varie acrobazie nella cava. Da segnalare su tutte quella di Erik che, con il suo “giallone” ha rischiato il rollover facendo dimagrire il sottoscritto, navigatore per l’occasione, di un paio di chili. Chili che sono stati lasciati sul sedile!! Anche Erik però dimostrava un certo pallore dettato da una scarica di ….. adrenalina (o paura?)

Ringrazio tutte le persone intervenute per aver dato grande soddisfazione a me ed a tutti coloro che mi hanno aiutato nell’organizzazione. Al prossimo Ciallengier …

Ecco la classifica finale:

1° Guglielmo/Garmin (sempre lui!!!!) Land Rover Defender

2° Claudio/Pietro Land Rover Discovery

3° Bomba/——— Suzuki Vitara (di Dario)

Clicca qui per la PHOTOGALLERY